Certificazioni Energetiche

"Artigiani del Marketing"

DIAGNOSI ENERGETICHE                 &CERTIFICAZIONI ENERGETICHE

La diagnosi energetica e certificazione è una procedura sistematica volta a fornire un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio, in modo da poter individuare opportunità di risparmio energetico sotto l’aspetto costi-benefici. Un edificio che consuma troppa energia si può considerare un edificio “malato” e la diagnosi dei suoi “problemi di salute” da parte di un esperto è il primo passo da compiere per il superamento della malattia. Per questo, l’analisi energetica di un edificio prevede una serie di analisi dei suoi elementi costruttivi, edili ed impiantistici, per ricavarne i parametri che caratterizzano la loro qualità energetica. Tali parametri andranno poi confrontati con i “valori normali” per un paziente – cioè per un edificio – che sono quelli prescritti dalla legislazione vigente per i nuovi edifici, che proprio in quanto conformi allo stato dell’arte rappresentano gli individui “sani”. Quindi, una volta individuate le cause della malattia, occorre studiarne una “cura” efficace sotto il profilo dei costi.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

L’Attestato di Prestazione Energetica ( APE) è un attestato – redatto da un tecnico abilitato tramite un sopralluogo e il rilievo dell’immobile – che consente di avere tutte le informazioni su come è stato costruito un edificio sotto il profilo dell’isolamento termico e del consumo energetico. L’attestato di certificazione energetica deve essere • redatto nel rispetto delle specifiche norme attuative regionali • redatto da un Soggetto Certificatore (tecnico abilitato da un ente competente estraneo alla proprietà, alla progettazione o alla realizzazione dell’immobile) • registrato nel catasto energetico • timbrato per accettazione dal Comune di competenza ( in caso di deposito per una Pratica Edilizia o per Richiesta Agibilità) A partire dal 2013 è obbligatorio, per legge, fornire la certificazione energetica della propria casa 1. per i contratti di locazione (affitto) 2. per i contratti di compravendita 3. per le donazioni e altri trasferimenti a titolo gratuito (legge 3 agosto 2013, n.90) 4. al momento della pubblicazione dell’annuncio di vendita e di affitto

RICHIEDI UN PREVENTIVO